Andrea Tich in concerto al Tagofest di Massa
A Marina di Massa, dal 2 al 4 luglio 2010 si tiene "TagoFest", festa delle etichette indipendenti. Il 4 luglio suona Andrea Tich che presenta, in uno show multimediale, le sue "strane canzoni" tratte dall'album del 1978 e dal suo ultimo album "Siamo nati vegetali"
Andrea Tich in un’immagine del 1978. Il cantautore sarà al Tagofest di Marina di Massa il 4 luglio 2010
A Marina di Massa, dal 2 al 4 luglio 2010 si tiene “TagoFest“, giunto alla sua sesta edizione (c/o Tagomago via Stradella n. 20 Massa). Tagofest è la festa delle etichette indipendenti italiane che è cresciuta nel corso delle prime cinque edizioni come preciso punto di riferimento per gli appassionati della musica indipendente.
Tra le novità la performance di Andrea Tich, storico cantautore che ha esordito nel 1978 con “Masturbati”, prodotto da Claudio Rocchi e pubblicato dalla mitica Cramps. Si esibirà domenica 4 luglio all’interno del Tagofest con il suo nuovo progetto multimediale; mentre si esibirà sullo sfondo saranno proiettati video appositamente creati, Andrea Tich eseguirà le sue “strane canzoni”, tratte dall’album del 1978 e dal suo ultimo album “Siamo nati vegetali” (Snowdonia 2010).
La sua musica la si è ricollegata a Ivan Cattaneo, ad Alfredo Cohen, insomma al filone della canzone gay… ma Andrea non ama i collegamenti. «Lo scaffale della “musica omosessuale” – ci dice - è uno solo, mentre quello della musica etero ha varie classificazioni basate su stile, genere, sonorità ecc… la musica è musica… le classificazioni, sono sempre riduttive e non tengono conto che ogni uomo è “diverso”».
Così ci spiega Andrea il suo spettacolo dal vivo: “Si tratta dell’installazione di uno spazio nel quale ricreo una parte del mio cosmo, dove mi muovo, mando loop e proietto video. Lo show sarà un’occasione per entrare nel mio mondo poetico/musicale privato, e la musica sarà fatta di sensazioni pure, sonorità eteree e flashback psichedelici, insomma ascolterete le mie strane canzoni…”
Sull’ultimo numero di “contrAPPUNTI” (n. 2/2010), la rivista trimestrale del Centro Studi per il Progressive Italiano appare una corposa intervista a Tich tra passato e presente.
G.M.



ARTICOLI & RECENSIONI