IL MUCCHIO SELVAGGIO
Gli appassionati più maniacali di musica italiana "altra" ricorderanno di sicuro il suo album di esordio Masturbati, prodotto da Claudio Rocchi ed edito nel lontano 1978 dalla mai abbastanza lodata Cramps: una raccolta di canzoni libere ed evocative, sospese tra temi folk e aperture di gusto sperimentale oltre che caratterizzate da testi molto particolari e avanti per l'epoca. Da allora, il musicista siciliano naturalizzato milanese ha sempre frequentato la musica, collaborando spesso con il compositore tastierista Maurizio Marsico in diversi progetti più o meno visibili ma non confezionando mai un altro album. Questo fino a pochissimi mesi fa, quando ha visto la luce Le strane canzoni: quattordici brani, realizzati assieme al fido batterista Claudio Panarello (ed Enzo Bianca come voce aggiunta), all'insegna di un pop (d'autore) avvolgente e suggestivo, la cui ispirata elettronica dal volto umano dichiara in modo esplicito il proprio legame con atmosfere anni '80 (possibile cogliere attinenze, ad esempio, con Faust'O) senza per questo suonare datata. Il CD è reperibile solo in allegato all'ultimo calendario (dic. 2008/gen.2010), illustrato con le riproduzioni di quattordici quadri appositamente dipinti da altrettanti artisti, nel progetto "Con questi occhi", teso a sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema delle barriere architettoniche e sociali incontrate dalle persone-invalide.
Federico Guglielmi




ARTICOLI & RECENSIONI