Sicilia OGGI
Andrea Tich e Claudio Panarello sono due artisti nati ad Augusta e che da molti anni vivono e "producono" la loro musica a Milano. "Le strane canzoni" è un lavoro ricco di idee e inquietudini, la musica è un aricerca che fa la differenza nel vasto panorama delle proposte attualmente in commercio. Un'esperienza solida, da veri cultori di un certo tipo di studio legato alla musica elettronica e alle percussioni, quelle di Panarello, che è anche produttore , e una "diversità" fisica, hanno dato spazio ad una "diversità musicale" fatta di effetti molto speciali. "Quattordici canzoni narrate come favole". - spiega Tich a proposito di "le strane canzoni", alle quali è abbinata una produzione editoriale, "Con questi occhi", veicolata dalle librerie Feltrinelli, che sottolinea con piglio creativo la questione dell'handicap fisico e che ha visto partecipare molti artisti, fra cui Ivan Cattaneo -. "L'incontro - dice ancora Tich - è avvenuto via internet e l'interesse è stato immediato". Nella carriera artistica di Tich e Panarello, la Cramps ha assicurato prestigio e credibilità. Sono state molte infatti le produzioni "firmate" dalla rinomata etchetta discografica. Sempre con la produzione di Claudio Panarello i due artisti stanno producendo un album parallelo, "Cosmic Island" che "racchiude - commenta l'artista - tutta la forza della nostra musica. Un immaginario forte e armonioso, tappeti elettronici e mondi cibernetici. Le nostre performances creano peculiari atmosfere nei lounge bar, nelle galleria d'arte, nei teatri, con chitarre, electronic drumset, tappeti sonori e voci". Augusta, il paese di entrambi gli artisti, resta comunque un ricordo forte nella loro esperienza musicale agli esordi. "E' lì che abbiamo formato i primi gruppi musicali - afferma Tich - ma soltanto Panarello ha creduto nella mia musica, condividendola. Ricordo che a salire sul palco ci sentivami unici al mondo, e originali come nessuno!".
M.T.




ARTICOLI & RECENSIONI