SOLAR IPSE
Nel freddo emotive di un Battiato con le pettinature medusesche dei progsters degli anni ’70 – perchè è nello scollarsi delle maschere che si scorge l’abisso.
Il rientro del Milanese Andrea Tich, due dischi all’attivo (uno per la gloriosa Crampsnel 1978, Masturbati; l’altro, più recente, per snowdonia uscito nel 2010, Siamo nati vegetali) è un baule delle meraviglie che chiameremo, per comodità, cantautorato off/sperimentale. I due cd coprono una distanza che va dagli anni settanta ad oggi, ma credetemi se vi dico che non sembrano esserci stacchi temporali, o mutant schemi di “fabbricazione”, tra un pezzo e l’altro. Se siete facile alla seduzione per I referenti che vi ho segnalato a inizio recensione, Snowdonia e Interbeat saranno ben felici di vendervi una copia del disco

Loris Zecchin

ARTICOLI & RECENSIONI