La stravagante musica di Andrea Tich VICENZA Il Bar Astra torna a stupire con la sua stravagante programmazione musicale: stasera alle 19 sarà la volta di Andrea Tich e le Strane Canzoni. Tich, cantautore attivo dai primi Anni ’70 e responsabile di un piccolo capolavoro uscito per leggendaria etichetta Cramps a titolo “Masturbati” (1978), figurò da subito tra i protagonisti della scena alternativa musicale dei seventies (insieme a personaggi come Franco Battiato, Eugenio Finardi e Alberto Camerini) esibendo già dal suo esordio una maturità e originalità compositiva di levatura internazionale. Seguirono decenni di tentativi musicali mai scontati, con incursioni nella new wave pronta alle classifiche (il singolo “Sono Tich” del 1982), colonne sonore ("Milano città nella città" del 1992), sonorizzazione di film e documentari (“Stereo” di Cronenberg), collaborazione a dischi di altri autori, compilation, omaggi a Milano e partecipazione a compilation dance canadesi. Nei primi anni 2000 vengono licenziate due nuove avventure da studio, l’ambizioso “Siamo nati vegetali” e il doppio cd “La cometa di sangue”. La musica del nuovo Tich è oggi un pop italianissimo, il quale attinge a visioni surreali tra filamenti elettronici e malinconici arpeggi di chitarra. Ingresso gratuito. Ad aprile uscirà anche il nuovo album che conterrà molto sorprese. È sempre “non allineato” a ciò che è normalmente considerato commerciale.

Filippo Bordignon