VERSO LA STRATOSFERA - Blog dedicato al rock progressivo

Andrea Tich (si pronuncia con la c dolce di "ciliegia") ha esordito nel 1978 con questo stupendo disco prodotto da Claudio Rocchi e pubblicato dalla gloriosa etichetta Cramps, dal titolo decisamente "forte", almeno per l'epoca. Nel suo carnet vi sono partecipazioni a numerose manifestazioni e concerti come il Festival di Re Nudo a Zerbo (Milano) con la formazione “Una tazza piena di diamanti”, l'Aprilia Festival di Musica d'Avanguardia e di Nuove Tendenze con la formazione “Bazaar”, il 1°Festival Rock di Nuove Tendenze a Città di Nettuno ed altre ancora.  Ha anche collaborato con il musicista Maurizio Marsico, con cui ha realizzato diversi progetti musicali e produzioni discografiche, e ha pubblicato per le sue canzoni, video da lui prodotti e in collaborazione con il regista Diego Pascal Panarello.
Il disco in questione, "Masturbati", è decisamente coraggioso e in anticipo sui tempi . Una delle numerose recensioni del disco presenti sul web definisce la voce di Andrea Tich "anarchica, che può spaziare su qualsiasi registro, con un risultato misto tra il Syd Barrett solista, le filastrocche per bambini e la spiazzante follia tipicamente zappiana". Vero a falso che sia (il giudizio spetta a voi) questo lavoro rimane un piccolo gioiello isolato che - come spesso accadeva e accade ancora oggi - ebbe un buon successo di critica ma scarse vendite, anche a seguito di una promozione del tutto assente. Tra i solchi vi sono non pochi richiami a Faust'O e altri musicisti d'avanguardia a lui contemporanei. Il giudizio è purtroppo limitato dalla brevità del disco, con 10 brani ma della durata complessiva di poco più di 35 minuti. Ottima la line up che accompagna Tich, con musicisti del calibro di Lucio Fabbri e Hugh Bullen. L'album è stato ristampato in CD nel 2004 in Italia e nel 2007 in Giappone.
Post by Gerge



ARTICOLI & RECENSIONI